EROI OLTRE I CONFINI

Programma dell’evento – Scarica il PDF

Giulio De Vita racconta Storie.
Le racconta con il disegno, un mezzo espressivo, materia per pochi, che annovera tra i suoi esponenti i grandi maestri del fumetto, la Nona Arte.
Con la sua opera attualizza la tradizione del fumetto popolare captando i mutamenti in atto nelle dinamiche della comunicazione audiovisiva, interpretandoli ed esplorando le potenzialità espressive del medium.
Egli dirige i personaggi generati dalla sua matita come fossero attori su un set cinematografico. La caratteristica complessità della sua messa in scena è evidenziata da un’attenta regia che vivifica l’azione principale ponendola all’interno di un flusso di microeventi e situazioni che scorrono anche al di fuori di essa.
Le espressioni e le movenze di protagonisti e comparse sono colte nel loro farsi. Giulio De Vita fissa sul foglio quell’istante dinamico che con naturalezza suggerisce l’immediato “prima-e-dopo” dell’azione che si va compiendo. L’attimo fuggente.
La straordinarietà del risultato è ancora maggiore se si considera che l’artista è contraddistinto da uno stile figurativo poco incline alla deformazione del soggetto se non per assecondare con grande abilità un’affascinante vena grottesca espressa nella fisicità prorompente di quei personaggi minori che il cinema affiderebbe agli attori caratteristi.
Questo suo spingersi oltre i canoni del consueto nel rigoroso rispetto del ruolo fondamentale della trama rende l’artista un narratore classico e contemporaneo al tempo stesso.

L’eroe è l’elemento centrale della narrazione di genere, una figura che emerge dal mito e arriva ai nostri giorni, dove i generi si fondono e contaminano continuamente, conservando intatte le sue caratteristiche.
Gli eroi delineati da Giulio De Vita sono figure permeate da un elemento magico e fantastico, retaggio delle civiltà premoderne: James Healer è un detective con il dono della chiaroveggenza; Nigel, protagonista di “Wisher”, l’incarnazione umana dell’ultimo Genio; Kriss De Valnor una guerriera indomita sottoposta al giudizio finale delle Valchirie…
Ed è sicuramente un eroe anche il giovane Merwan de “Le Décalogue” disposto a morire per non rinunciare alla propria coscienza.
Eroi.

Oltre lo stile.
Oltre il tempo.
Oltre i confini.

PROGRAMMA EVENTI FEBBRAIO E MARZO 2011 – AUDITORIUM DI PARCO

Domenica 20 febbraio ore 18.30
Jerry Bergonzi Quartet, concerto Jazz.

Venerdì 25 febbraio ore 18.00
Incontro con Céline Pozzi sul restauro del cinema, moderatore Giulio De Vita.

Domenica 27 febbraio ore 18.30
Presentazione del volume “Lemuri, Il Visionario”, Edizioni Omino Rosso.
Saranno presenti gli autori Giulio De Vita e Vittorio Centrone con l’editore Orazio Cantiello.

Martedì 1 marzo ore 18.30
Incontro sul progetto “Residenza per Giovani Curatori” della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo,
interverranno Stefano Collicelli Cagol, curatore della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Ginny Kollack, Padraic E. Moore, PavelPys.

Giovedì 3 marzo ore 21.00
Conversazioni a fumetti.
Giulio De Vita dialoga con i curatori della mostra Salvatore Oliva e Andrea Alberghini sul fumetto come forma d’arte.

Venerdì 11 marzo dalle ore 14.00 alle ore 16.00
Disegnerò fumetti”.
Giulio De Vita consiglia gli aspiranti disegnatori su come farsi strada nel mondo del fumetto.
Si consigliano caldamente i partecipanti di portare i propri disegni come oggetto di discussione.

Sabato 19 marzo ore 17.00
Presentazione del progetto “Tales of Avalon”: un amorevole tributo a Jack Kirby sviluppato a più mani da un esercito di giovani disegnatori.
Presentano Andrea Plazzi, Alessandro Micelli, Simone Paoloni.
A seguire Finissage con happy hour serale in terrazza dalle 20.00 alle 22.00.

Ogni giovedì dalle 16.00 alle 18.00 l’autore Giulio de Vita sarà presente in mostra per disegnare dal vivo un grande lavoro.
Nell’occasione alle ore 17.30 vi sarà la presenza di un percorso assistito gratuito per tutti i visitatori.

INFO

Organizzazione
Comune di Pordenone

Mostra a cura di
Andrea Alberghini e Salvatore Oliva

Comunicazione, progettazione e realizzazione allestimento
DreossiCREA

Ufficio Stampa
Sara Moranduzzo

Con il supporto di
Gruppo Serafin
Lito Immagine
Rive Col de Fer
RoseNoir

Con il contributo di
Claber, Electrolux, Jesse, Sinco Group, Fiumettopoli

Contatti

PArCo
Viale Dante, 33 Pordenone
tel. 0434 523780 – 392935

PArCo2
Via Bertossi, 9 – Pordenone
tel. 0434 392916 – 392918
info@artemodernapordenone.it

Orari di apertura

Da lunedì a venerdì: 15.00 – 19.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00 – 20.00

Come raggiungerci

Icona Google Maps
CONSULTA LA MAPPA

In treno
Linea Venezia/Udine con fermata a Pordenone. Servizio taxi fuori dalla stazione.

A piedi, dalla stazione
Per PArCo
Percorrere via Mazzini sino a piazzetta Cavour, girare a destra in piazza XX Settembre e proseguire in viale Martelli. Dopo circa 200 metri svoltare a sinistra in viale Dante. Di fronte a voi trovate l’ingresso a parco Galvani, all’interno del quale si trova PArCo.

Per PArCo2
Percorrere via Mazzini sino a piazzetta Cavour. Imboccando vicolo di fronte a voi sulla sinistra e mantenendo la destra, vi immettete direttamente in via Bertossi. Dopo circa 50 metri sulla vostra sinistra trovate PArCo2.

In automobile
Autortrada A28 Portogruaro/Conegliano, uscita Pordenone (fiera).
Usciti dall’autostrada svoltare a destra e seguire le indicazioni per il centro.
Raggiungere via Riviera del Pordenone (che costeggia il fiume Noncello) e seguire le indicazioni dei pannelli a messaggio variabile per raggiungere i principali parcheggi.

Parcheggi
I parcheggi più vicini a PARCO sono: TRIBUNALE/RIVIERASCA e CORTE DEL BOSCO
Il parcheggio più vicino a PARCO2 è: VERDI